Sentimento dello spazio

Just another WordPress.com site

Un’espressione geografica 26 maggio 2011

Filed under: antropologia,arte,geopolitica,mappe,mediterraneo,mostre,psicogeografie — Sentimento dello Spazio @ 08:04

In occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo presenta la mostra Un’Espressione Geografica.

Partendo dalla definizione “Espressione Geografica“ la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo desidera riflettere su come oggi, in un mondo globale dove lo scambio fra le culture e le economie ha cancellato l’antico concetto di confine, la geografia di una nazione sia ritornata a essere un argomento estremamente attuale. Un’Espressione Geografica sarà il risultato di un viaggio in Italia intrapreso da venti artisti, provenienti da diverse nazioni europee, ognuno in una delle venti Regioni italiane. Ogni artista sarà accompagnato nel suo viaggio da un giovane corrispondente della Regione prescelta, che lo guiderà attraverso il territorio di quest’ultima rivelandone l’identità e le specificità. Gli artisti si trasformeranno così in Goethe contemporanei per interpretare, attraverso il loro linguaggio individuale, l’Italia di oggi. Un’Italia vista ed esplorata in profondità, scannerrizata con gli occhi di chi vive altrove. Il loro viaggio toccherà infatti i luoghi più interessanti e significativi di ogni Regione e permetterà agli artisti di entrare in contatto con la ricchezza e la varietà delterritorio italiano. La peculiarità di ciascuna Regione sarà la fonte ispiratrice per la creazione di nuove opere d’arte, intimamente legate all’esperienza dei luoghi visitati. Inseguito alle ricerche sui territori regionali, gli artisti saranno infatti chiamati a creare una nuova opera, che sarà esposta in una grande mostra collettiva alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino. Le opere appariranno così agli occhi dello spettatore come un grande diario di viaggio, trasformando il visitatore di Un’Espressione Geografica in un viaggiatore contemporaneo: le storie, le esperienze, le sensazioni raccolte in ciascuna Regione saranno al centro anche dell’esperienza del visitatore della mostra, che potrà riscoprire da prospettive inedite e inaspettate il nostro Paese.

La peculiarità di ciascuna Regione sarà la fonte ispiratrice per la creazione di nuove opere d’arte, intimamente legate all’esperienza dei luoghi visitati. Inseguito alle ricerche sui territori regionali, gli artisti saranno infatti chiamati a creare una nuova opera. Le opere appariranno così agli occhi dello spettatore come un grande diario di viaggio, trasformando il visitatore di Un’Espressione Geografica in un viaggiatore contemporaneo: le storie, le esperienze, le sensazioni raccolte in ciascuna Regione saranno al centro anche dell’esperienza del visitatore della mostra, che potrà riscoprire da prospettive inedite e inaspettate il nostro Paese.


Artisti invitati:

ABRUZZO: Michael Stevenson e Cornelia Schmidt-Bleek(Nuova Zelanda, 1964; USA, 1964; vivono e lavorano a Berlino)
BASILICATA: Taiyo Onorato & Nico Krebs (collettivo formatosi inSvizzera nel 2003; vivono e lavorano a Berlino)
CALABRIA: Roman Ondak (Slovacchia, 1966; vive e lavora a Bratislava)
CAMPANIA: Gabriel Kuri (Messico, 1970; vive e lavora a Bruxelles)
EMILIA ROMAGNA: Andro Wekua (Georgia, 1977; vive e lavora a Berlino)
FRIULI VENEZIA GIULIA: Hugo Markl (Pasadena, California, 1964; vive elavora a New York)
LAZIO: Johanna Billing (Svezia, 1973; vive e lavora a Stoccolma)
LIGURIA: Hilary Lloyd (Regno Unito, 1964; vive e lavora a Londra)
LOMBARDIA: Ibon Aranberri (Spagna, 1969; vive e lavora a Bilbao)
MARCHE: Markus Schinwald (Austria, 1973; vive e lavora a Vienna)
MOLISE: Ferhat Ozgur (Turchia, 1965; vive e lavora ad Istanbul)
PIEMONTE: Victor Man (Romania, 1974; vive e lavora a Cluj)
PUGLIA: Isabelle Cornaro (Francia, 1974; vive e lavora a Parigi)
SARDEGNA: Ulla von Brandenburg (Germania, 1974; vive e lavora a Parigi)
SICILIA: Katerina Seda (Repubblica Ceca, 1977; vive e lavora a Praga eBrno)
TOSCANA: Gintaras Didziapetris (Lituania, 1985; vive e lavora a Vilnius)
TRENTINO ALTO ADIGE: Tobias Putrih (Slovenia, 1972; vive e lavora a Boston)
UMBRIA: Ruti Sela & Maayan Amir (Ruti Sela: Israele, 1974; vive e lavoraa Tel Aviv \ Mayaan Amir: Israele, 1978; vive e lavora a Tel Aviv)
VALLE D’AOSTA: Sunah Choi (Corea del Sud, 1968; vive e lavora a Berlino)
VENETO: Nathaniel Mellors (Regno Unito, 1974; vive e lavora ad Amsterdam)


Un’Espressione Geografica. Unità e Identità dell’Italia attraverso l’Arte Contemporanea

A cura di Francesco Bonami

Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino

19 Maggio – 27 Novembre 2011

Annunci
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...